Mobile Marketing: ecco come sfruttare i micromomenti

Il digitale ha rivoluzionato il comportamento dei consumatori, frammentando in centinaia di micromomenti il loro approccio all’acquisto.

Cosa sono i micromomenti? Si tratta, letteralmente, dei brevi istanti nell’arco di una giornata in cui si manifesta una necessità, un’esigenza di acquisto o una curiosità, che vengono poi soddisfatte tramite una ricerca online.

I micromomenti possono facilmente condurre, come intuibile, all’acquisto di un prodotto: conquistarli e saperli dominare è importantissimo nell’era del Mobile Marketing, ed è la nuova sfida del mondo digitale. Secondo Google, il primo a parlare di Micro-moments, è fondamentale presidiare tutti i punti di contatto (touchtpoints) del percorso decisionale dell’utente, il Customer Journey. Dove avviene la maggior parte delle ricerche che conducono all’acquisto? Da smartphone, sempre secondo Google.

Perché i micro momenti sono diventati così importanti nel marketing?

L’accesso ad Internet da Mobile, quindi da smartphone, ha già ampiamente superato le connessioni da desktop. In Italia, questa crescita è stata registrata per la prima volta a marzo 2017 (fonte: TomScore). Il trend è in continua crescita; non è più sufficiente pensare e formulare strategie mobile-friendly, è necessario rivoluzionare l’esperienza d’acquisto in un’ottica mobile-only.

Quali sono i micromomenti?

Micro Momenti

1) I-Want-to-Know Moments: voglio sapere

Il nostro utente si trova in una fase iniziale, esplorativa. Non vuole acquistare, ma è in cerca di informazioni o vuole semplicemente soddisfare una curiosità, innescata da qualsiasi evento.
Il 66% del campione scelto da Google afferma di informarsi sul cellulare in merito alle novità di cui viene a conoscenza tramite la pubblicità televisiva.

2) I-Want-to-Go Moments: voglio andare

Il nostro cliente è alla ricerca di un negozio o un’attività commerciale vicina. L’intenzione di acquisto, in questa fase, inizia a formarsi. Secondo Google, le ricerche di prossimità sono raddoppiate nell’ultimo anno.

3) I-Want-to-Buy Moments: voglio acquistare
È questo il momento in cui è fondamentale farsi scegliere.

4)I-Want-to-Do Moments: voglio fare

Il nostro utente è alla ricerca di tutorial, informazioni operative e vuole sapere come fare qualcosa. Su YouTube le ricerche collegate agli how to crescono con una media del 70% l’anno.

Strategie di Mobile Marketing per i Micro Moments

Il segreto per una strategia di Mobile Marketing di successo è riuscire ad anticipare i bisogni e le esigenze degli utenti, offrendo esperienze da Mobile capaci di coinvolgere il consumatore.

I micro-moments sono momenti di interazione che possono essere sfruttati grazie alle peculiarità del Mobile per studiare nuove strategie di ingaggio, più precise e più personali che mai.

Le regole da seguire, secondo Google, sono quattro:

  • Esserci, moltiplicando la presenza nei diversi punti del Customer Journey
  • Essere utili, dando ai consumatori contenuti per loro rilevanti.
  • Essere veloci, garantendo una mobile experience intuitiva, fluida e rapida. Non ci devono essere passaggi complicati o rallentamenti.
  • Essere intelligenti, misurando con precisione il ritorno delle campagne. Questo guiderà le successive scelte di comunicazione in base a dati e sistemi di analisi accurati.

ADA – La suite di soluzioni per il mobile marketing

La nostra piattaforma ADA, progettata per personalizzare e mappare il Customer Journey, offre soluzioni integrate e pensate esclusivamente per il mondo Mobile: tramite ADA è possibile creare contenuti accattivanti, distribuirli alle persone giuste e misurarne, in tempo reale, i risultati.

Micro Momenti Contenuti

Landing Page, Storytelling, Movietelling e Uppermail, disponibili nella piattaforma ADA, sono lo strumento perfetto per intercettare i bisogni degli utenti, invitandoli a compiere un’azione: sono perfettamente fruibili da qualsiasi dispositivo e generano conversioni misurabili.

Puoi distribuirle attraverso SMS, via newsletter con Uppermail, o anche sui Social Newtork. Puoi, infine, misurarne i risultati con avanzate tecniche di profilazione e Lead Scoring.

Le possibilità offerte dai sistemi di tracciamento e misurazione della suite ADA ti permetteranno di anticipare bisogni ed esigenze dei tuoi utenti target. Impression, click, quantità di lead o di vendite generate da un’azione di mobile marketing, ad esempio, sono informazioni fondamentali per capire se l’andamento della strategia è più o meno efficace, e intervenire mentre la campagna è ancora in atto.

Marketing Automation Workflow Genesis Mobile

Le tecniche di misurazione Lead Scoring integrate in ADA, infine, consentono di analizzare le interazioni degli utenti e misurarle, fornendo la possibilità di comprendere in dettaglio il comportamento degli utenti per predire azioni e strategie successive.