L’Email Marketing è morta?

L’Email Marketing è sicuramente una delle prime forme di marketing utilizzate nel web.

Ciononostante è ancora molto efficace, tutte le attività che hanno una lista clienti possono inviare loro una Newsletter, il cui invio garantisce, se ben strutturata, il raggiungimento di diversi obiettivi:

– Conoscere i propri clienti;
– Fare conversioni;
– Comunicare;

Una strategia di successo necessita di un piano editoriale, anche per l’Email Marketing è così; l’invio di newsletter, infatti, ha lo scopo di consolidare il rapporto con contatti già acquisiti, informarli periodicamente, farli “affezionare” al brand.

L’email marketing,è fondamentale per tenere stretti utenti precedentemente atterrati sul sito e che desiderano continuare ad avere informazioni sulla tua attività, perché registratisi spontaneamente; devono essere persuasi ed aggiornati, dunque.

Facilitare una campagna che mira a colpire molti utenti significa utilizzare software di supporto, Tool appositi per inviare email ad un elevato numero di destinatari (scopri il nostro servizio di email marketing mobile).

Il passo successivo è la scelta del contenuto, imprescindibile per un’azione d’inbound marketing.
Non bisogna eccedere con messaggi promozionali, minano la credibilità del brand e infastidiscono gli utenti è siccome la soluzione sta spesso nel mezzo, alternare messaggi informativi e messaggi promozionali sarà la chiave di svolta.

Quando e come inviare l’email?
I tempi di invio sono importanti.
Non è scontato comprendere con quale scadenza inviare newsletter ai contatti senza essere considerato “spam”, bisogna studiarne le esigenze e fare test continui.

Sperimentare, sperimentare, sperimentare per il raggiungimento degli obiettivi prefissati.
Se lo studio dei tempi giusti e i contenuti sono la base della nostra campagna, la struttura è sicuramente rappresentata dalla semplicità.

Sì, hai letto bene. Semplicità.

Sia nella scrittura, non è necessario sfoggiare paroloni per colpire l’utente, si nei diversi processi, compreso l’abbandono della mailing list, magari inserendo un format per la cancellazione. Dare questa possibilità non solo è obbligatorio per legge, ma costituisce un valore aggiunto per un’azienda che intende trasmettere serenità ai suoi clienti.

Utilizza un tono friendly, spontaneo ed efficace, accorcia le distanze, chiaramente tenendo conto del target, evita le forzature e gli inutili formalismi.

Conclusioni
Abbiamo fatto un breve viaggio nell’email marketing, esplorandone gli aspetti principali e dettando le regole basilari per una Newsletter che incuriosisca l’utente; ricorda che una strategia è fatta di tanti tasselli e l’email non ricopre affatto un ruolo secondario.

Alla luce di quanto letto pensi ancora che l’email marketing sia morta? Sei pronto a mettere in pratica i consigli e migliorare la tua strategia?